Scoprire i Monti Prenestini

0 Flares 0 Flares ×

A sud-est della capitale, oltre i Castelli Romani c’è una catena montuosa che comprende ben diciannove città, altrettanto affascinanti e piene di storia, la catena dei Monti Prenestini:

  • • Palestrina
  • • Castel San Pietro Romano
  • • Valmontone
  • • Zagarolo
  • • San Cesareo
  • • Olevano Romano
  • • Genazzano
  • • Gallicano nel Lazio
  • • Poli
  • • Cave
  • • Rocca di Cave
  • • San Gregorio da Sassola
  • • Ciciliano
  • • San Vito Romano
  • • Casape
  • • Sambuci
  • • Labico
  • • Pisoniano
  • • Capranica Prenestina

 

monti-prenestini

La presenza di tante città in questo territorio, comporta anche diverse particolarità a livello geografico: in questa zona è presente il centro abitato non comunale più alto di tutto il Lazio, Guadagnolo, una frazione del comune di Capranica Prenestina, che si trova a ben 1218 metri sul livello del mare, e comuni come quello di Gallicano nel Lazio o Valmontone che si trovano rispettivamente a 218 e 303 metri sul livello del mare.

Oltre alla caratteristica geografica, la frazione di Capranica Prenestina è famosa per la presenza della ‘Mentorella’, un santuario risalente al IV secolo a.C. sorto per volontà dell’imperatore romano Costantino, ritenuto inoltre uno dei più antichi d’Europa.

“Un luogo incantevole, da mozzare il fiato, un mistico approdo ricco di memorie storiche e spirituali”
(VISIT LAZIO – Portale Ufficiale del Turismo della Regione Lazio)

Negli ultimi decenni, si è parlato della Mentorellla per essere stato il primo santuario visitato in pellegrinaggio da Papa Giovanni Paolo II, che tornò più volte in quel luogo, anche in incognito.

In un altro comune dei Monti Prenestini, Pisoniano, c’è il punto di partenza del sentiero che lo stesso Giovanni Paolo II amava attraversare per arrivare alla Mentorella, santuario visitato successivamente anche da Papa Benedetto XVI. Un altro importante sentiero legato a questo santuario è l’antico “sentiero dei pellegrini” che partendo dal “Passo della Fortuna” di Ciciliano attraversa i comuni di Pisoniano e Capranica Prenestina.

Mentorella

Oltre ai sentieri religiosi, ce ne sono altri ugualmente importanti come quello che attraversa Colle Scansasacchi, nei comuni di Palestrina, Castel San Pietro Romano e Capranica Prenestina e il sentiero della valle delle Cannucceta, ancora nel comune di Castel San Pietro Romano.

Non sono da meno i comuni che si trovano alle pendici dei Monti Prenestini, come ad esempio il sentiero degli antichi Acquedotti Romani, nel comune di Gallicano nel Lazio.

Per estensione e popolazione, i Castelli Romani sono più grandi dei Monti Prenestini, data la presenza in questi ultimi di città di piccole dimensioni, come la stessa Capranica Prenestina o la minuscola e caratteristica Rocca di Cave, che stando ai dati ISTAT insieme non superano le 800 persone.

Il territorio dei Monti Prenestini è ricchissimo di storia, arte e cultura: un esempio su tutti è il Santuario della Fortuna Primigenia dell’Antica Praeneste, risalente al II Secolo A.C. e tornato visibile soltanto dopo i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale che colpirono Palestrina, la città che diede i natali al Principe della Musica Giovanni Pierluigi.

Museo-Palestrina (1)

Oltre ai siti storici, artistici e culturali che caratterizzano questo territorio, negli ultimi anni, uno dei luoghi di maggiore attrazione per il turismo locale è il magico parco giochi di Roma – Valmontone: “Rainbow Magicland”, con più di 30 attrazioni per i bambini di tutte le età. Affianco al parco, c’è uno dei centri più importanti della regione Lazio per lo shopping: il Fashion District – Valmontone Outlet.

La zona dei Monti Prenestini è importante anche dal punto di vista eno-gastronomico. Qui potrete assaggiare i piatti tipici del territorio come gli “gnocchetti a co’ de soreca” e il Tordo Matto, e gustare i migliori vini della zona, come ad esempio il Cesanese di Olevano Romano e il vino di Zagarolo.

Assolutamente da non dimenticare sono i dolci della zona, tra cui spicca il Giglietto, a cui è dedicato il Festival del Giglietto e Ghiottonerie dei Monti Prenestini, che si tiene a Palestrina dal 1997 il primo week-end di Agosto.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 0 Flares ×